Cooperativa Bagnini Cervia | La duna di sabbia sulle #spiaggedicervia
Il sito delle spiagge di Cervia, Milano Marittima, Pinarella e Tagliata, dove trovare informazioni su stabilimenti balneari, servizi, eventi, certificazioni ed ogni altro plus che rende unica la nostra costa.
Cervia, Romagna, spiagge, spiaggia, bagno, balneare, stabilimenti, stabilimento, turismo, Milano Marittima, Pinarella, Tagliata, riviera romagnola
21872
post-template-default,single,single-post,postid-21872,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-12.1.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive

La duna di sabbia sulle #spiaggedicervia

La duna di sabbia sulle #spiaggedicervia

Realizzata dalla cooperativa bagnini, la duna di sabbia sulle spiagge di Cervia è lunga 8 km per un investimento di 300mila euro. Un’operazione indispensabile che si ripete da 30 anni per preservare gli stabilimenti balneari ma anche il lungomare e le zone urbanizzate in prima linea.

Ha un costo complessivo di circa 300.000 euro la duna di sabbia realizzata tra il mare e gli stabilimenti balneari, costo totalmente sostenuto dai soci della Cooperativa bagnini di Cervia, i 200 stabilimenti balneari tra Cervia, Milano Marittima, Pinarella e Tagliata che negli ultimi dieci anni hanno investito circa 3.000.000 di euro in quella che da anni è diventata un’operazione ordinaria di protezione della città dalle intemperie del mare.

Terminata in questi giorni, la barriera lunga 8 km collocata tra il mare e l’entroterra per proteggersi dalle mareggiate, è un intervento che ormai da 30 anni viene rinnovato per decisione delle imprese balneari, costo accessorio ma di fatto diventato obbligatorio per via delle mareggiate (ricordiamo quella del 2015). Nel tempo ha assunto un aspetto di protezione civile e di obbligatorietà pubblica, che riguarda bel oltre i confini della spiaggia e a cui non si può più ovviare, vista la sua utilità di difesa della città e nello specifico del lungomare, degli alberghi e degli immobili e attività dei privati.

L’aspettativa della città nei confronti della duna di sabbia è testimoniato dal fatto accaduto nel 2015, dopo la grande mareggiata che riuscì ad abbattere la duna e a danneggiare le strutture del lungomare, che vide un albergatore chiedere alla cooperativa il risarcimento dei danni subiti dal mare come se l’intervento non fosse un’iniziativa privata. Un servizio, dunque, in cui la città confida finanziata delle imprese balneari.

Per l’inverno 2017/2018 al costo di realizzazione di 280.000 euro verranno sommati gli interventi straordinari di ripristino che è necessario effettuare urgentemente durante l’inverno a causa dell’erosione del mare: circa 22.000 euro. Infine 6.000 euro sono le spese dell’ufficio.

Le caratteristiche della duna – altezza, dimensione, larghezza base, ecc. – sono autorizzate, e quindi vagliate, dal Comune di Cervia e dalla Regione Emilia Romagna. 4600 mt3 è la quantità di sabbia utilizzata e proveniente dal depuratore comunale. Nel tratto di spiaggia a nord di Milano Marittima nord le operazioni sono più complesse perché la spiaggia è più colpita dall’erosione del mare. Qui viene utilizzata anche sabbia recuperata sulla battigia d’estate e vagliata poi per riutilizzarla nel medesimo tratto. Nelle operazioni di costruzione la sabbia viene trasportata ciclicamente; 45 sono i giorni di realizzazione che comprendono anche le operazioni di livellamento, 8 le macchine operatrici utilizzate.