Cooperativa Bagnini Cervia | Ravenna today 16 marzo 2015
Il sito delle spiagge di Cervia, Milano Marittima, Pinarella e Tagliata, dove trovare informazioni su stabilimenti balneari, servizi, eventi, certificazioni ed ogni altro plus che rende unica la nostra costa.
Cervia, Romagna, spiagge, spiaggia, bagno, balneare, stabilimenti, stabilimento, turismo, Milano Marittima, Pinarella, Tagliata, riviera romagnola
18628
post-template-default,single,single-post,postid-18628,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Ravenna today 16 marzo 2015

Ravenna today 16 marzo 2015

Balneari e direttiva Bolkestein, Confcommercio: Viva preoccupazione

L’associazione ha già attivato i propri organismi regionali, in primo luogo Confturismo che riunisce tutti gli operatori turistici dei vari settori, “affinchè si adoperino a favore delle imprese balneari presso la presidenza della regione e gli Assessorati competenti”.

“Viva preoccupazione per la situazione di incertezza in cui versano gli stabilimenti balneari a causa dell’ancora irrisolta questione della direttiva europea Bolkestein”. E’ quanto evidenzia Confcommercio Ascom Cervia, ricordando che “tale direttiva prevede il procedimento di asta pubblica per le concessioni demaniali sulle quali sorgono gli stabilimenti, senza riconoscere la preziosa e insostituibile attività svolta nel corso dei decenni dagli imprenditori del settore che hanno saputo creare dal nulla un’offerta di qualità unica nel suo genere, punto di forza insieme con la ricettività alberghiera del turismo cervese e romagnolo”.

“In mancanza di una soluzione in grado di salvaguardare le imprese balneari della costa, si profila sempre più il rischio che le concessioni siano acquisite da grandi gruppi italiani o stranieri, che trasformerebbero inevitabilmente il servizio di spiaggia, oggi a gestione prevalentemente familiare, in servizio standardizzato di massa a imitazione dei grandi iper , assai lontano dal modello di ospitalità riconosciuto da tutti come peculiarità vincente di Cervia e della riviera romagnola”, prosegue l’associazione di categoria.

Confcommercio Ascom Cervia auspica “che la nuova Giunta regionale dell’Emilia Romagna si adoperi immediatamente con coraggio e risolutezza per individuare una soluzione equa, rispettosa della storia e dell’ identità locali. Sarebbe deleterio nell’attuale situazione critica, aggravata dalla recente emergenza naturale che ha compromesso alcuni tratti dell’arenile cervese, iniziare la nuova stagione turistica senza novità positive sull’applicazione della direttiva Bolkestein”. L’associazione ha già attivato i propri organismi regionali, in primo luogo Confturismo che riunisce tutti gli operatori turistici dei vari settori, “affinchè si adoperino a favore delle imprese balneari presso la presidenza della regione e gli Assessorati competenti”.

 

http://www.ravennatoday.it/economia/confcommercio-ascom-cervia-direttiva-bokestein-preoccupazione.html