Cooperativa Bagnini Cervia | Tempo di bilanci per coop bagnini Cervia: un milione al salvataggio
Il sito delle spiagge di Cervia, Milano Marittima, Pinarella e Tagliata, dove trovare informazioni su stabilimenti balneari, servizi, eventi, certificazioni ed ogni altro plus che rende unica la nostra costa.
Cervia, Romagna, spiagge, spiaggia, bagno, balneare, stabilimenti, stabilimento, turismo, Milano Marittima, Pinarella, Tagliata, riviera romagnola
20533
post-template-default,single,single-post,postid-20533,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Tempo di bilanci per coop bagnini Cervia: un milione al salvataggio

Tempo di bilanci per coop bagnini Cervia: un milione al salvataggio

Sono cifre rilevanti quelle che scaturisce dal bilancio di 5 anni di lavoro svolto dalla Cooperativa Bagnini di Cervia che associa 200 imprese balneari su 9 km di costa. Un milione di euro all’anno è il costo del salvataggio mentre 250mila euro è il costo della duna di sabbia a difesa del litorale solo nel 2016. E ancora 600mila euro – provenienti esclusivamente da sponsor, fondi europei, fondi statali e regionali – sono stati investiti negli ultimi 5 anni in grandi progetti rivolti all’innovazione dei servizi al turista, come i servizi ai disabili e il Wi-Fi gratuito.

In aprile i soci della Cooperativa Bagnini Cervia si sono riuniti in Assemblea per approvare il bilancio del 2015 (redatto dal Consiglio d’Amministrazione della Cooperativa e verificato dal Collegio Sindacale).

Un bilancio che ha sviscerato cifre importanti dalle quali emerge come la Cooperativa dei Bagnini di Cervia, che associa 200 stabilimenti balneari su 9 km di spiaggia, sia sempre più impegnata nella garanzia della sicurezza in mare e dei servizi in spiaggia per i turisti.

Ogni anno un milione di euro viene speso nel servizio di salvataggio. Si tratta del “Progetto sicurezza” cioè nella costruzione di una squadra di 80 marinai specializzati per operare il salvataggio, dalla formazione degli stessi fino all’impiego di mezzi e strumenti – defibrillatori, quad, ecc – all’avanguardia, che tutelano costantemente il turista in spiaggia portando le spiagge di Cervia ad essere le più sicure d’Italia.

Altro dato rilevante è quello impiegato per la tutela degli stabilimenti balneari e dell’abitato in “prima linea” durante la stagione invernale. 250mila sono, infatti, gli euro investiti per la costruzione della barriera di sabbia a ridosso della linea del mare per la protezione dalle mareggiate e per il conseguente livellamento della spiaggia, una struttura di non facile gestione sostenuta economicamente della Cooperativa Bagnini di Cervia e che tutela, oltre la spiaggia, anche l’abitato e la città, visto il cambiamento negli ultimi anni dell’impatto del mare verso l’entroterra.

In continuità con il passato, anche nella passata stagione, si è proseguito poi con il “Progetto Spiaggia” nel quale negli ultimi 5 anni sono stati investiti circa 600mila euro, finanziati esclusivamente da sponsorizzazioni, contributi europei e fondi regionali per progetti speciali, e non dalle quote sociali. Di queste risorse sono stati destinati circa 300mila euro per innovazioni tecnologiche, 200mila per promozione della spiaggia e del territorio e 100mila in iniziative di solidarietà e tutela delle disabilità come il progetto “Un bagnino per amico” che comprende attrezzature e assistenza per accompagnare il disabile in acqua.

Gli Amministratori hanno poi preso due importanti provvedimenti a tutela del futuro dell’Azienda e soprattutto dei soci. Si è deciso infatti di accantonare una congrua somma finalizzata alla tutela dei soci, in vista delle conseguenze che ci saranno sul rinnovo delle concessioni demaniali marittime in seguito alla sentenza della Corte di Giustizia Europea che, con molta probabilità abolirà la proroga concessa dall’Italia.

Inoltre si è deciso di accantonare al Fondo Svalutazione Crediti una cifra che possa garantire ogni problema futuro in tal senso, portandolo alla non trascurabile somma di circa 74mila euro. Infine, in generale, tutti gli indici di bilancio evidenziano una solida struttura patrimoniale.