Cervia sapore di sale, la festa è iniziata
Il sito delle spiagge di Cervia, Milano Marittima, Pinarella e Tagliata, dove trovare informazioni su stabilimenti balneari, servizi, eventi, certificazioni ed ogni altro plus che rende unica la nostra costa.
Cervia, Romagna, spiagge, spiaggia, bagno, balneare, stabilimenti, stabilimento, turismo, Milano Marittima, Pinarella, Tagliata, riviera romagnola
24162
post-template-default,single,single-post,postid-24162,single-format-standard,bridge-core-2.3.9,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-22.4,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Cervia sapore di sale, la festa è iniziata

Cervia sapore di sale, la festa è iniziata

Fino a domenica 6 settembre la 24^ edizione si svolge sul Porto canale di Cervia. Giornate tutte dedicate all’oro bianco fra meeting, incontri culturali, mostre, mercati e spettacoli. Si rinnova l’antica tradizione della rimessa del sale, trasporto che avviene oggi come allora, su una “burchiella” trainata lungo gli argini del canale, dalle saline fino ai magazzini. Sabato alle 16,30 i salinari regalano il sale come protafortuna, replicano domenica alle 15,30.

Dal passato dell’antica Città del Sale, la rievocazione della storica Rimessa del Sale, la riscoperta di antichi mestieri e sapori legati all’oro bianco ed alla sua tradizione attraverso una sagra ricca di momenti conviviali. Anche se oggi è uno degli ingredienti più comuni sulla nostra tavola, un tempo il sale era talmente raro e prezioso da essere chiamato “oro bianco”, in quanto era un elemento fondamentale per la conservazione degli alimenti. Si può quindi facilmente immaginare quale legame indissolubile legasse Cervia a questo prodotto e ai suoi oltre 800 ettari di saline. Lo scopo della tradizionale Sagra del Sale cervese è proprio quello di ricordare il proprio passato e “dedicare” al sale una festa, rievocando le tradizioni passate e proponendo svariate iniziative a tema. Si parte dall’immancabile rievocazione storica della “Rimessa del Sale”, proseguendo con la riscoperta di antichi mestieri e sapori legati all'”Oro Bianco” per arrivare a momenti conviviali, espositivi e di spettacolo.
Il sale, anziché essere stivato in attesa di  distribuzione, viene oggi offerto come augurio di  fortuna e prosperità  ai presenti. Numerosi i prodotti tipici locali proposti nei mercatini e nei numerosi e golosissimi stand  gastronomici  che ogni anno caratterizzano la festa. Durante questo  lungo fine settimana anche convegni, un annullo postale dedicato e visite guidate tutte speciali.

I luoghi e i sapori della festa

Gran parte del programma ruota nella parte antica di Cervia, nell’area dei Magazzini del Sale affacciati sul canale:

  • Magazzino del Sale Torre
    con i prodotti di eccellenza lavorati con il sale dolce di Cervia, le saline di Trapani, Margherita di Savoia, Sant’Antioco, Aigues-Mortes, Ston-Dubrovnik, Comacchio
  • Musa, Museo del Sale 
    luogo della memoria salinara
  • Sala Rubicone (area esterna)
    con dimostrazione sulla panificazione e la preparazione della sfoglia
  • Torre San Michele (banchina)
    con la focaccia e il dolce al sale, il Parco della Salina e stand di cibo da strada gourmet
  • Torre San Michele (piazzale Maffei)
    con il Mercatino dei Sapori, le bancarelle al sapore di sale, la degustazione del gelato che incontra il sale, e la stazione del Trenino Sapore di Sale
  • Piazzale dei Salinari
    con la cucina tradizionale di pesce e girarrosto con cucina di terra
  • Borgomarina
    edizione speciale dal giovedì alla domenica con il mercatino tradizionale che affianca il porto canale
  • Ristoranti di Cervia
    con menu a tema per gustare il Percorso del Sale.

E nella Salina di Cervia, visite guidate, passeggiate a piedi e in barca, al tramonto e sotto le stelle.

Sapore di Sale arriva anche alle Terme di Cervia con pacchetti soggiorno e nuovi percorsi benessere.