Cooperativa Bagnini Cervia | Informazioni ripascimento arenile di Milano Marittima dal sindaco Coffari
Il sito delle spiagge di Cervia, Milano Marittima, Pinarella e Tagliata, dove trovare informazioni su stabilimenti balneari, servizi, eventi, certificazioni ed ogni altro plus che rende unica la nostra costa.
Cervia, Romagna, spiagge, spiaggia, bagno, balneare, stabilimenti, stabilimento, turismo, Milano Marittima, Pinarella, Tagliata, riviera romagnola
20309
post-template-default,single,single-post,postid-20309,single-format-link,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Informazioni ripascimento arenile di Milano Marittima dal sindaco Coffari

Informazioni e crono programma ripascimento arenile di Milano Marittima.
Progettone 3 Regione Emilia – Romagna.
Carissimi, per opportuna informazione ai vostri associati, vi comunichiamo i prossimi interventi di
rinascimento sulla costa emiliano-romagnola eseguiti dalla Regione per confermare quanto già dello
nell’incontro preliminare avvenuto il 23.2.2016, alla presenza delle associazioni di categoria, con il
RUP regionale, l’impresa e la direzione lavori.
Il progetto, presentato a novembre 2015 a Rimini e gennaio 2016 a Cesenatico, in continuità
con quelli precedenti, ha lo scopo di mettere in sicurezza 8 tratti del litorale emiliano-romagnolo, in
stato di forte criticità, mediante l’apporto di sabbia prelevata dall’accumulo in depositi sottomarini
ubicati alcune decine di chilometri al largo della costa regionale.
Tra gli 8 siti citati, per il Comune di Cervia, risulta interessato l’arenile di Milano Marittima nord in
cui sarà attuato un significativo potenziamento del sistema spiaggia, mediante innalzamento della
quota e un allargamento verso mare dell’arenile, in modo da garantire la sicurezza di quanto sta al
retro per un periodo di circa 5 anni.
I tratti individuati sono anche le spiagge che hanno subito i danni maggiori nel corso delle ultime
mareggiate intense (novembre 2012, febbraio e novembre 2013, settembre 2014 e febbraio 2015) e
dove si sono verificate ingressioni del mare e allagamenti di infrastrutture pubbliche e private.
Per quando sarà possibile, verrà garantito un ripascimento unitario di almeno circa 100 mc/m di
sabbia, partendo da un posizionamento della condotta di scarico all’origine della deriva litoranea
all’interno di ogni cella da ripascere, in modo che possa poi naturalmente portare beneficio alle
spiagge sottoflutto.
Il volume minimo per il tratto cervese, atto a garantire in 4-5 anni la durata media dell’intervento,
pari a 180.000 mc sarà effettuato per una lunghezza di circa 1.400 m, a sud dello scolo Cupa,
indicativamente a partire dal bagno Biondi, in quanto la ulteriore parte a nord sarà interessata dal
rinascimento con sabbie prelevate dal Camune dall’area adiacente al porto canale.

Per contenere gli impatti visivi dovuti alla diversa colorazione delle sabbie sottomarine il
progetto prevede un preventivo accumulo della sabbia esistente e successivo stendimento sulle
sabbie sottomarine refluite.
Le modalità esecutive sono del tutto analoghe a quelle dei precedenti “Progettoni” e consistono
in:
1. assemblaggio e collaudo delle tubazioni di refluimento;
2. trasporto delle tubazioni verso le aree interessate dall’intervento;
3. dragaggio delle sabbie, da accumuli presenti al largo, mediante draghe autocaricanti e refluenti;
4. refluimento a terra del materiale dragato, mediante tubazioni;
5. distribuzione e sistemazione del materiale nell’area di battigia, secondo il profilo previsto;
6. monitoraggio.
Gli spezzoni modulari delle tubazioni di refluimento verranno trasportati per mezzo di autocarri
fino alla spiaggia individuata per il loro assemblaggio ed ubicata in corrispondenza della colonia
Varese, in quanto vi abilmente facilmente raggiungibile e sufficientemente larga e lunga per
consentire alle squadre specializzate, supportate da apposite strutture mobili, la saldatura dei vari
pezzi di tubazione. Una volta realizzata un’unica tubazione questa verrà spinta in mare con l’ausilio di
mezzi terrestri e successivamente spostata, via mare. Al termine dell’intervento di ripascimento di
tutte le spiagge, le tubazioni verranno di nuovo sezionate in spezzoni di circa 9-10 m e trasportati ai
depositi.
Secondo quanto comunicato lo scorso venerdì dal RUP regionale il crono programma
aggiornato prevede i seguenti tempi:
Spostamento tubazione sommersa: dal 12.5.2016 al 14.5.2016
Rilevamenti di prima pianta (verifica condizioni fondale): dal 15.5.2016 al 18.5.2016
Ripascimento: dal 18.5.2016 al 26.5.2016
Rilevamenti di seconda pianta (a lavori eseguiti): dal 26.5.2016 al 29.5.2016
Spostamento tubazione sommersa: dal 26.5.2016 al 27.5.2016
Rammento che in occasione del citato sopralluogo del 23.2.2016 è stato concordato un
preventivo contatto diretto tra Cooperativa Bagnini e associazioni di categoria con Rer, D.L. e
impresa, per poter definire le modalità di una preventiva ed esaustiva campagna informativa con
elementi progettuali quanto più possibile certi.
Cordiali saluti.

Sindaco Luca Coffari